Silvano AGOSTI – Lettere dalla Kirghisia

agosti300

(L’Immagine 2004).

Dal paese di Kirghisia Agosti invia lettere di una semplicità disarmante e stupefacente, che ci mettono di fronte all’assurdità del nostro vivere, viziato dalla corsa contro il tempo, e soffocato dai ritmi del lavoro che ci priva della nostra esistenza e della nostra umanità. Lettere per un sogno, meraviglioso perché elementare, di chi ha capito che l’essere umano è il più prezioso dei capolavori. Su questa consapevolezza si può iniziare a costruire un mondo migliore, a misura d’uomo. Con rispetto e tanto buon senso. Un libro di poche pagine, che si legge in un soffio e per giorni riempie il cuore di immaginazione e speranze di un mondo tanto fantastico quanto possibile con tante idee semplici difficili a realizzarsi.